I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

CIRC. 84 Iscrizione classi intermedie

Circ. n. 84     

                                                                            Lodi, 25/02/2021

Ai genitori

p.c. Ai coordinatori di classe

Oggetto: iscrizione classi intermedie a.s. 2021/2022

L’iscrizione alle classi seconde, terze, quarte e quinte avviene automaticamente d’ufficio rispettando, salvo diversa comunicazione, la scelta di indirizzo effettuata in prima ovvero la collocazione attuale dello studente.

Iscrizione alla classe seconda o terza

Contributo volontario di €120,00 (di cui € 11,00 obbligatori per assicurazione)

Iscrizione alla classe quarta

Il Contributo totale è sempre di € 120,00, ma in questo caso da dividere in due versamenti:

  • Contributo volontario di 99 € (di cui € 11,00 obbligatori per assicurazione)
  • Tasse obbligatorie di iscrizione e frequenza, € 21,17 all’Agenzia delle Entrate.

Iscrizione alla classe quinta

Il Contributo totale è sempre di € 120,00, ma in questo caso da dividere in due versamenti:

  • Contributo volontario di 105,00 € (di cui € 11,00 obbligatori per assicurazione)
  • Tasse obbligatorie di frequenza, € 15,13 all’Agenzia delle Entrate.

I versamenti vanno effettuati ESCLUSIVAMENTE tramite la piattaforma PAGOPA: le istruzioni si trovano al seguente link https://iam.pubblica.istruzione.it/iam-ssum/sso/login?goto=https://pagoinrete.pubblica.istruzione.it:443/Pars2Client-user/

Tutti i versamenti sopraindicati devono essere effettuati entro il 31 marzo 2021.

I contributi volontari alle scuole effettuate con PagoPa sono automaticamente inseriti nella dichiarazione dei redditi delle famiglie come detrazioni fiscali.

L’attestazione del pagamento deve essere consegnata al Coordinatore di classe.

In merito alla questione del contributo alla scuola si precisa quanto segue:

I versamenti a favore dell’Istituto sono contributi con cui le famiglie, con spirito collaborativo, partecipano al miglioramento dell’offerta formativa degli alunni e consentono il mantenimento di un adeguato standard tecnologico indispensabile per una formazione tecnica di qualità.

Un Istituto Tecnico come il Bassi offre una formazione di qualità se è in grado di fornire ai propri studenti le competenze professionali più aggiornate e richieste dal mercato del lavoro; per fare questo non si può prescindere dall’acquisto di strutture e software d’avanguardia che permettano una preparazione moderna e spendibile in ogni azienda. Il contributo volontario vuole finanziare proprio l’acquisto di queste indispensabili tecnologie hardware e software. A titolo di esempio, nel presente anno scolastico sono state sostituite alcune LIM con nuovi schermi touch più adeguati a una didattica digitale sempre più integrata, l’allestimento di nuovi laboratori informatici, l’offerta di abbonamento a una biblioteca digitale (MLOL) e la licenza Office 365. Molto è stato fatto, ma ancora molto resta da fare: un Istituto Tecnico di qualità è sempre alla ricerca delle migliori soluzioni tecnologiche per affrontare le sfide del presente e anticipare quelle del prossimo futuro.

Nell’anno scolastico 2020/2021 sono stati investite le seguenti somme:

Monitor touch screen

€ 16.285,00

Computer

€ 31.875,00

Manutenzione LIM

€  2.070,00

Materiale informatico

€ 1.667,40

Licenze Office 365

€ 6.050,00

Licenze uso G-Suite

€ 5.280,00

Licenza MLOL (Biblioteca Scolastica Digitale)

€ 1.600,00

Termo scanner

€ 7.850,70

Sanificatori

€ 12.000,00

Noleggio notebook e tablet (fondi PON)

€ 33.356,00

Tot.

€ 118.034,10

Le scuole pubbliche non possono chiedere nessun finanziamento “obbligatorio” alle famiglie, come più volte ribadito in ambito normativo e, recentemente, nella Circolare Ministeriale n.20651 del 12.11.2020 avente ad oggetto Iscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2021/2022, punto 2.2 - Contributi volontari e tasse scolastiche.

Le scuole pubbliche, d’altra parte, ricevono dallo Stato finanziamenti insufficienti per il funzionamento (il Bassi € 33.531,33 per l’anno scolastico in corso) e nessun finanziamento dalla Provincia, che è proprietaria delle strutture scolastiche.

Una scuola, non potendo chiedere nessun finanziamento “obbligatorio” alle famiglie, quantifica ogni anno una quota che permetta la sopravvivenza di un’offerta formativa coerente con le esigenze formative degli studenti. Questa quota viene richiesta alle famiglie come contributo all’atto delle iscrizioni e, comunque, rimane insufficiente per le necessità della scuola, per cui vengono attivate molte altre forme di finanziamento tramite bandi pubblici nazionali ed europei e sovvenzioni di privati.

Rimane inteso che tutte le iniziative di innovazione e gli investimenti in tecnologia della scuola saranno basati sui contributi effettivamente versati dai genitori. La scuola si riserverà di escludere dalle attività non strettamente connesse con il curriculum scolastico obbligatorio per legge tutti gli studenti che non avranno versato l’intera quota del contributo, necessaria per la progettazione e lo svolgimento di attività di integrazione del curriculum.

Insegnamento della Religione Cattolica

Eventuali modifiche della scelta di avvalersi dell’Insegnamento di Religione Cattolica, effettuata all’atto di iscrizione, vanno comunicate alla segreteria didattica (indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) entro il 31 marzo 2021.

Oltre questa data le richieste non potranno essere accolte per motivi organizzativi.

Studenti che non si avvalgono dell’insegnamento della Religione Cattolica

Tutti gli studenti che già non si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica sono tenuti a compilare il modulo allegato, per indicare la preferenza relativa alle attività alternative o alla non frequenza, e spedite a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. alla segreteria entro il 31 marzo 2021.

                                                                                                  Il Dirigente Scolastico

                                                                                                  Francesco Terracina

(documento firmato digitalmente)